Contratture muscolari, perché dovresti prestare più attenzione a quel dolorino

massaggio decontratturante firenze

La contrattura muscolare può essere la spia di un malessere più intenso, come uno stiramento, o preludere a uno strappo muscolare. I segnali da riconoscere e gli errori da non fare per evitare uno stop più prolungato

Quante volte hai continuato ad allenarti come se niente fosse nonostante una contrattura muscolare? Invece il tuo corpo ti sta dicendo qualcosa attraverso quel dolore, che non dovresti sottovalutare. Se è vero che lo stiramento muscolare può avvenire anche in assenza di contrattura, non è altrettanto vero il contrario: la contrattura muscolare potrebbe nascondere uno stiramento. Motivo in più per prestare attenzione a quel dolorino e non insistere.

Contrattura muscolare, quando preoccuparsi

Innanzitutto facciamo una distinzione: se la contrattura è alla schiena è meno probabile che nasconda uno stiramento (ma non impossibile, specialmente se lavori molto in palestra con pesi e macchine); se invece colpisce gli arti c’è una possibilità in più che rappresenti un campanello d’allarme per stiramenti. Se trascurata, potrebbe addirittura portare a uno strappo muscolare.

Cosa fare in caso di contrattura muscolare

Prima di tutto dobbiamo dare un po’ di tempo al nostro corpo per riprendersi: spesso le contratture muscolari non derivano da un trauma, ma da uno sforzo prolungato o da un movimento/posizione scorretta. Evitiamo di insistere su un muscolo infiammato, lasciamo passare almeno un giorno da quando si è presentato il dolore e poi proviamo con qualche esercizio di stretching. Anche in questo caso la parola d’ordine è: dolcemente. Non vogliamo certo aggravare la contrattura cercando di risolverla!

Impacchi caldi e massaggi contro le contratture

Poi passiamo alla fase più “intensiva”: per sciogliere le contratture muscolari non c’è niente di meglio di un massaggio decontratturante. Il massaggio sportivo decontratturante agisce attraverso una serie di frizioni e sfregamenti per stimolare la circolazione sanguigna: la vasodilatazione, infatti, aiuta il rilassamento della zona contratta. Il massaggio sportivo si conclude poi con una serie di movimenti finalizzati al drenaggio dei liquidi in eccesso, per facilitare la ripresa della funzionalità muscolare. Chi non avesse tempo per concedersi un massaggio decontratturante può sempre provare con impacchi caldi sul muscolo contratto. I rimedi della nonna funzionano sempre: borsa dell’acqua calda o scaldino elettrico per 10/15 minuti.

Quando rivolgersi a uno specialista

Se la contrattura muscolare non migliora nei giorni successivi potrebbe nascondere uno stiramento. In alcuni casi potrebbe essere necessario un esame specialistico.

Lo stretching fa sempre bene?

Ci sono teorie contrapposte sullo stretching. Non è detto che faccia sempre al caso nostro: c’è chi sostiene, ad esempio, che fatto a caldo dopo lo sforzo fisico possa peggiorare la situazione anziché portare giovamento a muscoli e tendini. Per prevenire contratture e stiramenti, però, rappresenta sempre uno strumento utile: per andare sul sicuro fai stretching prima dell’allenamento e qualche ora dopo.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...